Linea HCK – Spectratest

I kit HYDROCHECK SPECTRATEST contengono i reagenti necessari per misurare colorimetricamente la concentrazione delle più importanti sostanze contenute nell’acqua (in via naturale o per inquinamento) con la precisione abituale in un laboratorio chimico ben organizzato. La valutazione del colore viene effettuata mediante qualsiasi buon colorimetro a filtri o spettrofotometro già disponibile, oppure, in modo ancora più semplice, mediante uno spettrofotometro, ad esempio il nostro HC 7800 già preprogrammato per i test HYDROCHECK, oppure uno strumento di uso comune come lo SPECTRONIC GENESYS 20 o lo SPECTRONIC GENESYS 10 VIS, anch’esso programmabile per i nostri test kit. Le operazioni di analisi sono semplificate al massimo. L’aggiunta dei reagenti ai campioni può essere effettuata nelle provette comprese in ogni kit, direttamente dagli appositi flaconi con gocciolatore.

Per la misurazione nel fotometro vengono usate le normali cuvette, comprese quelle del tipo “monouso”, o direttamente le provette in vetro ottico comprese in ogni kit. Pertanto non c’è bisogno di vetreria da laboratorio, nè di lavaggio di pipette, matracci, ecc. Con i kit HYDROCHECK SPECTRATEST, le analisi possono essere effettuate su quantità minime di campione, non solo in laboratorio, ma in qualunque luogo con una presa di corrente di rete.

PRELEVAMENTO ED EVENTUALE PREPARAZIONE DEL CAMPIONE

Affinchè l’analisi sia significativa è necessario che ogni campione rispecchi correttamente la composizione dell’acqua in esame. Perciò è indispensabile che i campioni vengano prelevati e omogeneizzati con i criteri delle buone pratiche di laboratorio. Campioni contenenti sostanze in sospensione o comunque interferenti con le analisi debbono essere opportunamente preparati prima dell’analisi (indipendentemente dal fornitore e dalla marca dei test kit usati), ad esempio mediante filtrazione.

Il travaso del campione nella comoda provetta di reazione in dotazione a ogni kit SPECTRATEST viene effettuato mediante una siringa da 5 ml, pure in dotazione (Un’eventuale filtrazione può essere effettuata infilando sul cono della siringa un apposito filtro). Il dosaggio dei reagenti è calibrato per campioni da 5 ml (per campioni più grandi la quantità di reagenti va aumentata in proporzione).

Operare su campioni così ridotti offre notevoli vantaggi: comodità e rapidità di prelevamento del campione, che può essere facilmente scaldato o raffreddato in tempi brevissimi, per operare alla temperatura raccomandata per qualsiasi analisi (20-25 gradi C). Il consumo di reagenti è minimo e perciò sia il costo dell’analisi che i problemi di scarico sono notevolmente inferiori a quelli dell’analisi tradizionale.

IMPIEGO DEGLI SPECTRATEST CON LO SPETTROFOTOMETRO HC 7800

L’HC 7800 spettrofotometro programmabile, di alta precisione, che copre tutte le lunghezze d’onda di interesse per le analisi dell’acqua con gli SPECTRATEST e viene fornito già programmato  per tutti gli SPECTRATEST disponibili, in modo da poter leggere la concentrazione della sostanza cercata, espressa in ppm, direttamente sul display dello strumento, seguendo una procedura guidata.  Le analisi possono essere effettuate anche sul posto, sia in uno stabilimento che in laboratorio, in modo estremamente semplice e veloce.

Assieme allo spettrofotometro HC 7800 viene fornito un manuale molto completo e dettagliato. Tale manuale, oltre a descrivere le caratteristiche e il funzionamento dell’apparecchio, riporta tutti i metodi HYDROCHECK e non solo quelli della linea SPECTRATEST. Nel manuale, inoltre, viene illustrato con molta chiarezza come l’utente possa impiegare lo spettrofotometro anche per analisi particolari o piu’ complesse, non comprese nell’ assortimento HYDROCHECK SPECTRATEST (poiche’ richiedono ad esempio attrezzazture da laboratorio per il prelievo e la preparazione del campione e/o maggior esperienza nell’analisi). Infatti vi si spiegano passo passo le operazioni da compiere sia per preparare da sè gli standard necessari alla determinazione della curva di taratura, che le operazioni per individuare tale curva e, infine, come procedere alla programmazione dello strumento.

IMPIEGO DEGLI SPECTRATEST CON ALTRI FOTOMETRI

Ogni kit MONOTEST può essere usato anche con qualsiasi fotometro in dotazione. Per l’uso con altri fotometri è opportuno costruire una curva di taratura, soprattutto se essi non accettano le provette da 16 mm e richiedono il travaso del campione colorato nelle vaschette o provette in dotazione del fotometro.

SVANTAGGI E VANTAGGI

I kit HYDROCHECK SPECTRATEST non presentano alcuno svantaggio.

I vantaggi degli SPECTRATEST nei confronti dei classici metodi da laboratorio sono notevoli:

  • sempre pronti per l’uso, rendono superflua la preparazione di volta in volta dei reagenti con notevole risparmio di tempo
  • risparmio nell’acquisto delle materie prime (per la preparazione in casa le materie prime debbono essere normalmente acquistate in confezioni di quantità notevolmente superiori a quelle usate)
  • reagenti stabilizzati con durata di 2 anni
  • sempre pronti anche per analisi dell’acqua che non vengono effettuate quotidianamente.
  • possibilità di programmare metodi propri
  • disponibilità di ricambi a prezzo ancora più conveniente dei test kit.
  • minime quantità di campione e di reagenti.
  • minime quantità di acqua di lavaggio, con possibilità di usare l’acqua da analizzare per i lavaggi.
  • possibilità di effettuare le analisi anche fuori dal laboratorio.

ANALISI EFFETTUABILI CON GLI SPECTRATEST

  • Alluminio
  • Ammoniaca indofenolo
  • Ammoniaca Nessler
  • Boro
  • Calcio
  • Cianuri
  • Cloro DPD
  • Cloro totale
  • Cloruri
  • Cromati
  • Fenoli
  • Ferro High
  • Ferro Low
  • Fosfati 20
  • Fosfati 80
  • Fosfati Ultralow
  • Idrazina
  • Manganese
  • Nickel
  • Nitrati
  • Nitriti
  • Rame
  • Silice
  • Solfati
  • Solfuri
  • Zinco

Informazioni acquisto Hydrocheck